CUCINA COREANA

Una delle cose interessanti da provare andando in Corea è la sua cucina. Il riso al vapore (che fa le veci del nostro pane) viene insaporito con varie qualità di vegetali e salse molto piccanti. Famosi sono i cavoli e le rape in salamoia (il cosiddetto kimchi [kim-ci]) e la carne cotta direttamente sul fuoco (il bulgogi [bul-go-ghi]). Dalla cucina coreana tradizionale mancano completamente il latte e i latticini. Naturalmente per mangiare si usano i bastoncini invece della forchetta e chi non ha mai provato a usarli può restare un pò impacciato le prime volte. Le posate sono costituite dai bastoncini e dal cucchiaio: i l coltello non viene mai messo in tavola perché tutti i cibi sono già in precedenza tagliati nella giusta misura.

Il cibo di base per i coreani è il riso, e per la precisione un particolare tipo di riso coreano a grani corti, chiamato riso appiccicoso, perché i suoi grani rimangono agglutinati anziché separarsi. Il kimchi è un cibo tipico coreano che i coreani non si fanno mai mancare e mangiano col riso, da solo o nelle zuppe. Il kimchi è fatto con cavolo (e altri tipi di verdura, come cetrioli, ravanelli o germogli di soia......) fermentato insieme a peperoncino, aglio ed altre spezie. Si crede che il kimchi faccia molto bene alla salute perché è ricco di vitamine e di lattobacilli (con un contenuto persino più alto che nello yogurt).

Un pasto coreano tipico è composto da una ciotola di riso, una scodella di brodo, vari contorni (chiamati bancian) e un piatto principale. I bancian e il piatto principale vengono spesso divisi dai commensali, mentre la scodella di brodo e la ciotola di riso sono individuali.

La cucina coreana utilizza molto aglio (in quantità persino maggiori che nelle cucine thailandese, italiana o greca), molti peperoncini, spezie come lo zenzero, Doenjang [Doen-giang] (pasta di soia fermentata), Ganjang [Gan-giang] (salsa di soia) e Gochujang [Go-ciu-giang] (pasta di peperoncini). L'olio che i coreani usano comunemente per cucinare è l'olio di sesamo. La cucina coreana include ricette a base di carne, pesce, verdure, spaghetti e tofu. In generale, la cucina coreana è molto sana.

KIMCHI [KIMCI]

Il termine kimchi si usa per indicare piatti a base di verdure generalmente preparati con cavolo e rapa, radicchio coreano o - a volte - cetriolo, comunemente fermentati in acqua salata con zenzero, aglio, cipolline e peperoncino. Ci sono moltissime varianti e specialità regionali, e viene servito come piatto di contorno o come ingrediente di zuppe e piatti a base di riso. I Coreani tradizionalmente preparano kimchi a sufficienza affinché basti per tutta la stagione invernale; in quanto piatto fermentato si conserva anche per diversi anni. In passato veniva conservato in contenitori tradizionali coreani chiamati jangodokdae sebbene con la diffusione di frigoriferi, freezer speciali e la produzione commerciale del kimchi, questa pratica è diventata meno diffusa. Il kimci è ricco di vitamine A, B1, B2, calcio e ferro. Il suo beneficio maggiore tuttavia deriva dalla presenza dei , comunemente contenuti nello yogurt, batteri in grado di aiutare la digestione. I Sudcoreani consumano in media 18 kilogrammi di kimchi all'anno.